Da qualche giorno ci chiedevamo se avesse un senso andare avanti, combattuti tra l’idea che dovessimo, per il bene di tutti e dell’Italia, cercare di non fermarci e la consapevolezza che nei cantieri aperti c’erano i nostri dipendenti, le direzioni lavori, i subappaltatori, i fornitori, con tutte le preoccupazioni della situazione.

In ufficio siamo passati allo Smart Working, soluzione non semplice, ma certamente più facile da mettere in opera …

Giovedì 12 abbiamo deciso di sospendere l’attività nei cantieri, avendo l’accortezza di metterli prima in sicurezza.

Non è stato facile decidere, ma riteniamo sia stata la soluzione migliore che potessimo prendere a salvaguardia della salute di tutte le persone coinvolte.

Lo abbiamo fatto in accordo con la quasi totalità dei nostri Committenti, confrontandoci con essi ed assicurando comunque il nostro intervento in caso di necessità.

Vogliamo ringraziare tutti i nostri dipendenti per come hanno lavorato fino a questo momento con dedizione, responsabilità e coraggio … Non è stato facile per nessuno.

Voglio ringraziare inoltre chi in questi giorni ha di più condiviso con me la responsabilità della conduzione dell’azienda, è importante essere insieme ed è aumentata in tutti noi la consapevolezza di essere una grande squadra!

Dopo questa “quarantena” saremo sicuramente cambiati, tutti più essenziali, dovremo capire come procedere, probabilmente con un nuovo modo di lavorare: una situazione nuova per tutti in cui sarà molto utile il confronto reciproco.

Ci stiamo già pensando e saremo pronti non appena le condizioni ce lo permetteranno ... A presto!